lunedì 30 maggio 2011

Nella settimana del libro..

Un alunno della Scuola Primaria "Vittorino da Feltre" mi ha fatto pervenire questa intervista che gli ha fatto la mamma su quanto è stato proposto e svolto nella settimana del libro...



Scuola V. da Feltre  a.s. 2010-2011

“La settimana del libro”

Intervista a Pietro Luigi Rainaldi – classe 2^ A

Cos’è la settimana del libro?
La settimana del libro è stata una settimana nella quale le maestre ci hanno fatto fare varie attività di lettura e di costruzione di libri facendoci divertire molto.

Cosa avete fatto?
Abbiamo letto dei libri. Poi, per alcuni, abbiamo fatto la scheda libraria scrivendo molte informazioni sui libri letti (titolo, autore, casa editrice, personaggi, ambiente, ecc.). Su altri, abbiamo risposto a delle domande che ci ha fatto la maestra. C’erano libri fantastici, informativi e personali. Io avrei voluto tanto il libro personale. La maestra, però, mi ha dato un libro informativo. Parlava della Pianura Padana ed è stato molto bello. Alcuni di noi hanno letto il loro libro alla classe. Io il mio informativo, Maria quello fantastico, Massimo quello personale e Marzio non ricordo quale. Siamo stati scelti non perché leggiamo meglio degli altri ma perché abbiamo una voce squillante.
Poi abbiamo costruito dei libri. Abbiamo fatto la copertina aiutati da alcune indicazioni delle maestre. Preparato le pagine interne, che abbiamo attaccato o con la cucitrice, o cucendole con il filo. Abbiamo anche fatto un libro a fisarmonica  dove le pagine erano già attaccate.

Ti è piaciuto costruire i libri?
Mi è piaciuto tantissimo e sono stato molto orgoglioso di averli fatti. Non vedevo l’ora di portarli a casa per farli vedere ai miei genitori.

Ci sono state altre iniziative legate a questo evento?
Sì. Dopo la scuola c’era il mercatino del libro dove si potevano comperare i libri ad un prezzo molto basso.

Tu ci sei andato?
Sì, ci sono stato con la mamma. Abbiamo comperato dei libri. Il mercatino si svolgeva nel cortile della scuola. Mentre i genitori chiacchieravano, noi bambini abbiamo giocato e fatto delle buone merende con i dolci che le mamme hanno preparato.

Cosa pensi dei libri e della lettura?
Secondo me, è importante leggere perché si imparano cose e parole nuove, è un modo per divertirsi e non annoiarsi, si sviluppano le capacità del cervello.

E cosa pensi di questo evento?
Mi piacerebbe che la settimana del libro si facesse tutti gli anni perché sono stato orgoglioso dei lavori che ho fatto, mi sono impegnato tanto e mi sono divertito molto.


                                 Grazie Pietro!

1 commento: